Vai a…

RSS Feed

Wednesday, May 23, 2018

Da milionario a pellegrino. Luigi Cianti, da 22 anni sui cammini del mondo


Luigi Cianti sposò la figlia del proprietario dell'azienda dove lavorava. Dopo la sua morte ereditò tutto donandolo ai Salesiani che lo avevano allevato

 

Luigi Cianti, 73 anni, romano di nascita ma da ormai due decenni cittadino del mondo dei cammini, ha una storia alle spalle che merita di essere raccontata. Luigi CiantiAbbandonato dai genitori, è cresciuto in orfanotrofio poi, da adulto, è assunto dalla Galardi Trasporti come camionista dove lavora per diverso tempo. E' li che conosce Daniela, figlia del proprietario dell'azienda che presto diventa sua moglie. Un matrimonio felice durato 25 anni fino a quando l'amata consorte muore lasciando in Luigi un vuoto enorme che nemmeno la cospicua eredità ricevuta (tutta l'azienda con i suoi 37 bilici Volvo) riesce ad attenuare. Così, subito dopo la scomparsa dell'adorata consorte, Luigi vaga in auto per cinque giorni fino a quando finisce in un burrone rischiando la sua stessa vita. Da lì la decisione di mollare tutto e mettersi in cammino verso i santuari del mondo. Vende l'azienda e il ricavato (circa 5 milioni di euro) lo dona ai Salesiani di Torino che lo avevano allevato poi si mette in cammino, percorrendo i circa quattromila chilometri che dividono Roma da Gerusalemme. E questo è solo il primo dei suoi numerosissimi pellegrinaggi che lo hanno portato a raggiungere i santuari in tutto il mondo (eccetto l'Australia). Ha percorso 38 volte i vari Cammini di Santiago, l'ultimo lo sta completando proprio in questi giorni, un record che non è passato inosservato e che ha avuto ampio spazio sui media locali e non solo (ne ha parlato anche la Gazzetta dello Sport). Da anni ormai vive con una modesta pensione ma se gli si chiede quanto gli manca il denaro e l'agio Luigi Cianti non ha dubbi: “La più grande ricchezza è la salute e l'aspetto interiore delle persone”. La sua storia è raccontata nel libro “Caminandos con Dios”

Tags: ,

Altre storie daCammini

About Massimiliano Scala

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: