Vai a…

RSS Feed

Wednesday, May 23, 2018

Formello chiude il Maripara, l’ostello virtuoso amato dai pellegrini. E’ bufera sui social


Aperto nel 2013 ed affidato all'ass. Libera_Mente ha ospitato 4142 pellegrini. La nuova Giunta ha annunciato la riapertura in tempi brevi ma è ancora chiuso

Mentre la Regione Lazio ha legiferato per prima una normativa che strizza l'occhio al mondo dei cammini, rinnovando fra l'altro le categorie delle strutture ostello maripararicettive extralberghiere ed inserendo fra esse la “casa del camminatore”, Formello chiude l'ostello Maripara, risultato fra i più virtuosi dell'intero percorso di Sigerico. Inaugurato nel 2013 nel Palazzo Chigi, antico edificio  situato nel centro storico del paese, alla presenza del presidente di Regione Lazio Nicola Zingaretti, dopo il duro lavoro delle varie amministrazioni comunali che lo hanno dapprima acquistato e in varie fasi ristrutturato recuperandolo da uno stato di degrado ed abbandono fino all'intervento decisivo dell'ex sindaco Sergio Celestino (da molti definito sindaco-pellegrino) che ha caldeggiato e sostenuto l'apertura di un ricovero notturno per i viandanti e pellegrini con 16 posti letto. risultato poi molto apprezzato da pellegrini e viandanti, sia per la gestione operativa dell'ostello stesso sia per la valenza storica dell'antico palazzetto.

La gestione in questi cinque anni è stata affidata, tramite un bando, all'associazione Libera_Mente presieduta da Federico Rosso Carella che si è avvalso di un valido team di circa dieci giovani capaci di farlo diventare punto di riferimento per i pellegrini, nonostante Formello non sia tappa ufficiale della Via Francigena e che è scaduto proprio il 28 febbraio 2018.

Formello

Il centro storico di Formello

Un lavoro che ha dato vitalità anche ad un centro storico che da anni versava in condizioni di sofferenza sia sotto l'aspetto economico che sociale. Sono i numeri ha dare ragione ai ragazzi di Libera_Mente infatti, dal 2013, il trend legato all'ospitalità di viandanti e pellegrini è cresciuta in modo esponenziale, segno che sia l'amministrazione Celestino che la stessa opera dei giovani di Libera_Mente erano sulla giusta via. Infatti già nell'anno di apertura gli ospiti sono stati 351, saliti a quota 555 l'anno successivo, 671 nel 2015 e praticamente raddoppiati nel 2016 quando sotto il tetto dell'ostello Maripara hanno trovato riparo 1265 persone, un numero confermato anche nell'ultimo anno di gestione. Insomma in cinque anni si è passati da zero a 4142 pellegrini e viandanti ospitati con un rendiconto economico favorevole (oltre 82mila euro le entrate e poco più di 41mila le uscite per le spese gestionali della struttura).

All'attività dell'ostello Maripara, che si è dato l'obiettivo non solo di ospitare i

Federico Rosso Carella

Federico Rosso Carella

pellegrini ma anche di “fungere da volano sia sociale che economico” come spiega il presidente di Libera_Mente Federico Rosso Carella è riconducibile anche una rinascita del centro storico: “In questi anni – continua Carella – nel centro storico hanno aperto 4 ristoranti, 6 b&b, diverse attività di servizi ed anche alcuni bar. Infatti – conclude il presidente di Libera_Mente – la nostra politica è sempre stata quella di fare lavorare tutte le attività locali senza nessuna preferenza, con i ristoranti avevamo fatto convenzioni per il menù del pellegrino a costi calmierati (12 euro)”.

Nonostante questo, forse anche a causa del recente cambio dell'amministrazione comunale oggi guidata da Santi Gian Filippo che probabilmente ha idee diverse e non per questo meno valide, per i giovani gestori non c'è stato il rinnovo della gestione e il conseguente stop all'ospitalità ed a tutte le attività ad essa connesse con il conseguente abbandono dei locali (28 febbraio 2018) anche se la nuova Giunta ha promesso la continuazione dell'attività di ospitalità pellegrina già a partire da Pasqua, periodo che coincide con l'inizio dei pellegrinaggi e dell'escursionismo sui cammini storici italiani, probabilmente emettendo un nuovo bando.

ostello maripara

Gli interni dell'ostello Maripara

Da qualche parte è anche arrivata l'accusa che l'associazione Libera_Mente abbia lasciato i locali inagibili a cui gli stessi volontari hanno risposto postando una serie di fotografie sulla loro pagina Facebook che dimostrerebbero il contrario. Intanto l'ostello resta chiuso e il mondo dei cammini sui social è scatenato (tantissimi i commenti a sostegno dell'associazione che aveva in gestione l'ostello e che alcuni sono riportati in fondo all'articolo).

ostello mariparaLa Pasqua è passata e nessun bando è stato finora emesso. Per i viandanti e pellegrini che scelgono di sostare a Formello, l'unica alternativa è la più costosa ospitalità turistica o addirittura la scelta di un percorso alternativo che escluda il piccolo ma bel paese. Auspichiamo sviluppi positivi di questa insolita vicenda, per il bene della Via Francigena e delle migliaia di pellegrini del mondo che vogliono percorrerla trovando servizi, sia espressamente dedicati ai pellegrini puri che a quelli in "versione turistica."

Alcuni dei moltissimi commenti del mondo dei cammini contro la chiusura dell'ostello Maripara pubblicati sui social network

Francesca: “E' una trsistezza vedervi chiusi”

David: Il Comune di Formello aveva comunicato che l'Ostello dopo relative opere di miglioramento avrebbe riaperto a fine marzo. Ovviamente ancora è chiuso e senza bando. No comment su altro

Daniele: Secondo me semplicemente il comune sta pensando a come renderlo un posto più remunerativo ma non hanno il fegato di ammetterlo.

Cristina: E' semplicemente vergognoso

Bob: Deviare il percorso della Via fuori paese

Federico: Io posso testimoniare che è una splendida accoglienza con veri valori “ pellegrini “

Chiara: Non può che eccellere un servizio gestito da chi il cammino lo conosce, da chi sa cosa significa partire a piedi con zaino in spalla alla scoperta di itinerari che raccontano storie ...e i ragazzi dell'Ostello Maripara di cose da raccontare sulla Francigena e non solo ne hanno sempre tante...anche in inglese!

Gianluca: Ostello "Maripara": confortevole, carino, comodo, caldo, accogliente, con vista e museo mozzafiato ... con gestori appassionati e preparatissimi. In particolare grazie a Federico per averci accolto con notevole attenzione e sensibilità, per averci stupito con una passione non comune e per averci fatto scoprire le nuove varianti dei percorsi e le recenti scoperte sul territorio vejentano!!! Un interprete territoriale di razza, nella mia personale Top Ten girando per l'Europa. Parola di direttore di museo.

Roberta: Continua a non piacermi questa situazione! Grazie ragazzi siete impagabili!

Maria Bianca: Spero in un miracolo o in una rivoluzione. La vostra accoglienza è impareggiabile

Ivo: bravi tutti... non lasciateci da soli lugo il cammino.

Alberto P. Per una volta - almeno per una volta - ci piacerebbe leggere e vedere l'intera comunità dei cammini, del movimento lento, della viandanza in generale mobilitarsi tutta insieme per difendere qualcosa che va al di là dei singoli interessi personali, delle piccole invidie, delle ripicche e delle gelosie che nel 2018 ancorano questo nostro meraviglioso Paese e lo relegano in basso. E' finito il tempo dei guelfi e dei ghibellini, dei campanili, dei localismi e delle beghe condominiali. Qui il condominio è l'Europa e l'ostello di Formello è un bene per tutta la comunità. Difendiamo le cose che amiamo. Andiamo oltre i nostri propri steccati. Alziamo le famose asticelle. Per il bene di tutti.

Alberto C.  Una notizia pessima, segno di una pessima gestione di un pessimo Paese. Non aggiungo altro, voglio solo ringraziarvi per l'ospitalità che avete sempre dimostrato a me e alle migliaia di pellegrini che hanno frequentato la vostra bellissima struttura. Un abbraccio commosso.

Sergio: Mi dispiace molto. Quando sono passato ho trovato un accoglienza eccellente fatta di passione e dedizione e tutti i pellegrini che ne parlavano bene ed per questo ho allungato per sostare da voi e sono rimasto entusiasta.

Norma: Che delusione! Chiudere l'ostello non è una bella cosa! Sono letteralmente semza parole! Siete stati bravissimi tutti!! Io da cittadina vi ringrazio perché era bello veder passeggiare i pellegrini per il centro storico chiuso l'ostello se ne vedranno sempre meno ed è molto triste

Massimiliano Scala

foto di Silvia Quintiliani

Tags: , ,

Altre storie daOspitalità

About Massimiliano Scala

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: