Vai a…

RSS Feed

Saturday, May 26, 2018

Il “caso” Francigena sbarca a Mosca sulla Via della Seta


Luca Bruschi, direttore di Aevf, ha illustrato la gestione e lo sviluppo della Francigena al seminario sulla Via della Seta che si è svolto a Mosca domenica

bruschiIl turismo sostenibile ma anche quello legato ai cammini non è solo una questione europea come dimostra l'importante seminario internazionale sulla Via della Seta e il turismo sostenibile che si è svolto a Mosca domenica scorsa. Infatti l'evento, organizzato dall'Organizzazione Mondiale del Turismo e dall'Agenzia Federale del Turismo russo con la collaborazione della Fiera internazionale Intourmarket, ha messo in evidenza la possibilità di sviluppi transfrontalieri degli itinerari storico culturali, unitamente alla valorizzazione della Via della Seta. In questo contesto è stato Luca Bruschi, direttore dell'Associazione Europee Vie Francigene, ad essere stato chiamato per illustrare e condividere l'esempio sulla gestione, lo sviluppo e la valorizzazione dell'itinerario europeo della Via Francigena. "La Via Francigena  e la Via della Seta Occidentale - spiega Bruschi - possono sicuramente sviluppare progetti comuni per sviluppare itinerari tematici transfrontalieri.” Il seminario si è focalizzato sulle possibilità di sviluppo della Via della Seta, mettendo in evidenza il potenziale di questo prodotto culturale e turistico e del suo sviluppo attraverso azioni mirate di promozione legate sia al brand del cammino che alla gastronomia, fino al patrimonio culturale ed all'avvio di cooperazioni tematiche con nuovi itinerari. Il progetto dell'Omt sulla Via della Seta coinvolge diversi Paesi, Enti e Agenzie e partner privati.

Massimiliano Scala

Tags: ,

Altre storie daNotizie

About Massimiliano Scala

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: