Vai a…

RSS Feed

Wednesday, May 23, 2018

Le strutture religiose aprono le porte ai turisti. Sono oltre 1600 con 123 mila posti letto


Strutture religiose sparse su tutto il territorio nazionale offrono ospitalità turistica senza l'obbligo della partecipazione alla vita comunitaria.Scoprile

Sfatato ormai il mito di conventi e monasteri chiusi in loro stessi, quest’estate saranno oltre 1.600 le strutture religiose italiane in cui i turisti potranno Monastero Casa Cà Burlottotrascorrere le loro vacanze, alla ricerca di un clima di serenità e con la giusta attenzione sia al corpo che allo spirito. Per i 123.000 posti letto disponibili non vige l’obbligo della partecipazione alla vita comunitaria, ma l’indubbia particolarità di questi luoghi darà la possibilità anche al semplice turista di sperimentare -se lo vorrà- un approccio ambientale sicuramente diverso dalla classica vacanza commerciale. Nelle strutture gestite direttamente da religiosi (o di loro proprietà) sono comprese anche case per ferie, residenze, colonie, eremi, foresterie, case parrocchiali, ostelli e case alpine. Ce n’è davvero per tutte le necessità e soprattutto in tutte le venti regioni, come in tutte le zone: mare, montagna, laghi, natura e città d’arte. L’obiettivo dei proventi è ben chiaro: sostenere le attività caritatevoli e missionarie che parrocchie e ordini religiosi svolgono sia in Italia che nel Terzo Mondo. Un connubio tra accoglienza e impegno, destinato a rendere il soggiorno un vero atto di generosità verso gli ultimi. Le varie tipologie di ospitalità a disposizione dei vacanzieri sono in gran parte riassunte nel portale www.ospitalitareligiosa.it, tramite il quale è possibile conoscerne i dettagli e contattarle direttamente senza intermediazione. Il portale no-profit, infatti, opera gratuitamente. Si potrà così scoprire che l’ospitalità religiosa non è fatta di chiavi consegnate e servizi al top, ma racchiude l’intensità di un’esperienza in cui ritrovare una dimensione più umana e accogliente che, coniugata al riposo, consente di tornare alla vita di tutti i giorni sicuramente più ricchi.

Per scoprire tutte le strutture turistiche religiose clicca qui

comunicato stampa

Tags:

Altre storie daOspitalità

About Redazione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: