Vai a…

RSS Feed

Wednesday, May 23, 2018

Sul Cammino di Santiago con un asino e mezza Seat Panda


Ha segato una Seat Panda trasformandola in un carro. Poi ha ferrato Mariano, l'inseparabile asino,e col figlio hanno camminato per 43 giorni fino a Santiago

 

E' partito da Montanana insieme al figlio, all'asino ed a un carro autocostruito, Santiagorealizzato con una Seat Panda sezionata e modificata per essere adattata alla sua nuova funzione, con lo scopo di raggiungere Santiago percorrendo il Cammino. Lui è Manuel Villellas, un pensionato di Saragozza con spiccate attitudini verso la meccanica e il fai da te che da tempo aveva in mente un pellegrinaggio con questa singolare attrezzatura.

Manuel Villellas

Manuel Villellas

Poi è arrivato il tempo della decisione e subito si è messo al lavoro su una vecchia Seat Panda che ha tagliato a metà, ha eliminato lo sportello posteriore sostituendolo con assi di legno leggero sulle quali spiccano i simboli della sua terra come la bandiera aragonese ma anche quella spagnola che sventola dove un tempo era installata l'antenna, poi l'immancabile conchiglia di San Giacomo, simbolo del Cammino di Santiago. Una volta approntato il carro e ferrato a nuovo Mariano, l'inseparabile asino, sono partiti; hanno camminanto per 43 giorni, fra avventure e qualche disavventura (il mezzo pandino è anche finito in un fosso) per raggiungere Santiago dove, con qualche curioso al seguito, sono stati immortalati da un video poi pubblicato sul giornale Heraldo. A seguire costantemente l'impresa c'era il centro anziani di Santa Isabel, frequentato dallo stesso Manuel, tutti compatti nel fare il tifo e sostenere nella loro “impresa” l'originale pellegrino, l'asino Mariano e il singolare carro.

foto: heraldo.es

Tags:

Altre storie daCammino di Santiago

About Massimiliano Scala

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: